Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Diretta YouTube - Promozione radio per band emergenti

Categoria: Diritto d'autore

 Uno dei problemi piĂą ricorrenti per i musicisti indipendenti è quello di vedersi riconosciuta la giusta corresponsione dei proventi derivanti dall’uso commerciale delle proprie opere. 

La situazione amministrativa non proprio felice e le accuse di scarsa trasparenza della SIAE, al momento unico soggetto autorizzato dallo Stato per la raccolta delle licenze musicali, hanno creato malcontento tra gli autori di musica e la decisione da parte di molti di abbracciare le licenze Copyleft/Creative Commons, che è giusto ribadire NON sono un’alternativa alla SIAE ma solo un modo per gestire in autonomia e consentire l’uso delle proprie opere d’ingegno da parte di terzi secondo determinate clausole. 

Nonostante sia consentita la possibilità da parte di un/a autore/trice di associarsi ad una delle tante collecting society europee, che operano in regime di concorrenza alla SIAE, forse poco nota è la limitazione del mandato SIAE e l’opportunità di gestire alcuni ambiti come le licenze derivanti dalla musica d’ambiente o la distribuzione delle opere su internet con altre società.

Soundreef Logo_Lo


Ne abbiamo parlato con Davide D’Atri, co-fondatore di Soundreef, la prima collecting society alternativa alla SIAE per l’Italia o alle altre societĂ  come la SACEM (Francia), BUMA/STEMRA (Paesi Bassi), SGAE (Spagna), GEMA (Germania), STIM (Svezia) e TONO (Norvegia): Soundreef nasce nel Regno Unito da giovani imprenditori italiani con il supporto di venture capital italiani ed opera in tutto il territorio comunitario.

DavideDAtri


Come nasce Soundreef?

In Europa, la gestione delle royalties è stata tradizionalmente in regime di monopolio. Le origini di questa tendenza sono giuste: concertazione collettiva, controllo capillare del territorio, economie di scala. Purtroppo però il monopolio ha rallentato l’innovazione nei processi e nelle tecnologie di queste societĂ . 
Noi abbiamo ritenuto di poter proporre alcune soluzioni che rendono piĂą trasparenti, semplici e analitiche le transazioni riguardanti le royalties. Riteniamo che sia necessario dare, agli aventi diritto, degli strumenti online che gli permettano di controllare e capire le loro royalties come se stessero controllando il proprio conto corrente online.
Nasce anche dalla considerazione che troppo spesso si avverte un’insoddisfazione dell’utilizzatore di musica rispetto al servizio che ottiene. Che i compensi siano una tassa e non una giusta ricompensa per l’avente diritto, è una percezione generale. E non dovrebbe essere così.


Cos'è Soundreef e quali tipologie di diritti riuscite a gestire in questo momento?

Siamo una società di gestione collettiva di diritti musicali nata in Inghilterra da imprenditori e investitori Italiani. Abbiamo artisti di tutto il mondo e diffondiamo in Europa (Italia, Spagna, Francia, UK e Svezia). Questo è possibile grazie alla decisione antitrust approvata dalla Commissione europea che ha abolito le restrizioni territoriali e la clausola di affiliazione vincolante per i musicisti- aprendo così il mercato.
Per ora, intermediamo i diritti d'autore (come fa la SIAE in Italia) e i diritti connessi (come fa SCF) per la diffusione pubblica di musica registrata (nei Retail, esercizi commerciali, ecc). I servizi che utilizzano musica Soundreef riescono ad evitare di pagare il canone alle società locali (SGAE e AGEDI), e invece pagano noi. Dopo di che, noi paghiamo le royalties all’avente diritto - gli artisti, editori, case discografiche, ecc - direttamente. Il nostro sistema di distribuzione ci permette di pagare i titolari trasparentemente, anche comunicando quando la loro musica è trasmessa, quanto stanno guadagnando, e quando saranno pagati – in tempo reale.
Questo è solo l’inizio: non vediamo l’ora di raccogliere royalties digitali derivanti dalle vendite online, video on-demand, dei contenuti generati dagli utenti e web radio. Stiamo già gettando le basi per farlo, ma vorremmo poter testare alla perfezione la piattaforma sviluppata per offrire il miglior servizio possibile.

Soundreef Music Dashboard MapLocator


Perché un'artista o un'etichetta discografica dovrebbe scegliere di stare con Soundreef? Quali sono i vantaggi rispetto ad altre società di diritto d'autore?

La differenza principale è che con noi, sai sempre dove si sta suonando la tua musica, quanto stai guadagnando e quando sarai pagato. L’avente diritto ha accesso a una dashboard online, dove può vedere la sua musica e i suoi dati – tutto in tempo reale.
Tra altre cose, la dashboard ti permette di scaricare i tuoi analytics in un Excel, con dettagli sulla tipologia della radio in-store, l'indirizzo del negozio, i giorni di programmazione, il numero di volte che è stato suonato un brano, i guadagni, ecc. Poi c’è la nostra Radio Channel Locator, dove puoi di visualizzare, su una Google Map, esattamente dove la musica è suonata e i dettagli riguardanti al canale radio. E il tutto con un contratto non-esclusivo.


SarĂ  fatta promozione all’artista in qualche modo? 

L’artista viene anche promosso, inserendo la sua musica nei nostri canali radio studiati per un target market specifico, adeguato al suo genere musicale. L’artista, dunque, guadagna dalle royalties mentre si fa promozione.


Come sono pagate le royalties agli artisti o alle etichette?

Gli artisti sono pagati online ogni tre mesi, per ogni volta che il suo brano musicale è trasmesso.


Saluti finali

Soundreef Team

Ci sembra stupendo quello che state facendo per i musicisti indipendenti in Italia. Aggregare e diffondere informazioni utili è un'attività molto importante ed utile per gli artisti indipendenti. Grazie per aver scelto di parlare di Soundreef!


Video Soundreef

blog comments powered by Disqus

Ultimi articoli

Prev Next

Come funziona la SIAE - Simone Aliprandi…

Se c’è una cosa che molti musicisti non riescono proprio a capire della SIAE è...

Come promuovere un concerto dal vivo - S…

C’è la frase di un mio amico, amante di musica ed assiduo frequentatore di concerti,...

Brand e musica - Enrico Pugni, Warner Mu…

Qualcuno la considera una strada inevitabile, qualcun altro la definisce svendita della propria arte. Certo...

Concerti dal vivo senza SIAE - Davide D'…

Ciò che spinge un autore di canzoni ad associarsi ad una collecting society è in...

Come promuovere la tua musica su Youtube…

Secondo il rapporto pubblicato da Nielsen “Music 360” sulle abitudini degli appassionati nella ricerca e...

Login