Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Diretta YouTube - Promozione radio per band emergenti

Si parla con una certa insistenza di web radio e della loro efficacia per la promozione della musica indipendente: siamo ancora agli inizi ma i segnali sembrano confermare un trend in costante crescita come nell caso di SoundExchange, la società americana fortemente impegnata nella raccolta di compensi per radio online e in FM, che ha versato nell’ultimo trimestre circa 100 milioni di dollari a favore di autori ed editori, raggiungendo la cifra di 1 miliardo di royalty digitali dal 2000, anno di nascita della società.

Il mercato delle internet radio si è di fatto polarizzato in tre segmenti:
1) radio in FM che hanno creato la propria versione online: il modello classico di trasmissione dei contenuti si integra con tutte le innovazioni apportate dal web (contenuti e programmi on-demand, playlist, video-interviste, ecc)
2) radio nate esclusivamente online
3) servizi di streaming musicale come Spotify e Pandora che puntano principalmente al mercato mobile, consentendo all’utente di cercare e scegliersi i brani da ascoltare, creare la propria internet radio attraverso la semplice creazione di playlist di brani preferiti.
stereomood logo

 

Tra queste tipologie di web radio, una certa rilevanza va data ad un servizio come Stereomood.
Cos’è Stereomood? E’ una web-radio emozionale ovvero un servizio musicale che consente di ricercare ed ascoltare brani sulla base del proprio stato emotivo (mood) o delle attività che svolgi in un preciso momento.
Perchè è importante menzionare Stereomood tra le web-radio per musica indipendente?
In primo luogo per la scelta di includere nella banca dati di canzoni a disposizione dell’utente, brani di artisti indipendenti, semi-sconosciuti, talvolta distribuiti con licenze Creative Commons.

Ne abbiamo parlato con Daniele Novaga, co-founder di Stereomood, che ci ha illustrato la mission di un servizio in grado di proporre musica di qualità non necessariamente famosa e la sua visione del panorama musicale indipendente.


Chi è Daniele Novaga e come nasce Stereomood

Ciao, sono Daniele Novaga e sono uno dei tre co-founder di Stereomood. Cos’è Stereomood? E’ un servizio che suggerisce cosa ascoltare a seconda dello stato d’animo dell’utente.
Il progetto è nato all’interno di MTV dove ho conosciuto i miei soci e futuri collaboratori in un ufficio dove ascoltavamo musica dalla mattina alla sera. Il problema che sentivamo era la necessità di muoverci fra la sterminata quantità di mp3 presenti in rete, quindi abbiamo deciso di realizzare un progetto tutto nostro e di metterci alla prova. Eravamo appassionati di un servizio come Last.fm, di blog, di aggregatori di mp3 ed abbiamo cercato di fare un aggregatore di mp3 che prelevasse i brani dalla blogosfera, però abbiamo scoperto che questo servizio esisteva già ed è Hypemachine. Abbiamo così deciso di fondare questo servizio sulla base di un’intuizione: “Cosa ascoltiamo la domenica mattina appena svegli...?” oppure “Cosa vorremmo ascoltare per una serata romantica..?" Intorno a questo concetto è nato Steremood.


Come funziona Stereomood ed in che modo supporta gli artisti indipendenti

Di fronte ad un mercato musicale fortemente inflazionato, Stereomood si propone come potente strumento per la scoperta di artisti emergenti: suggerendo un brano sulla base di un mood, l’utente non è interessato al titolo della canzone o a quanto sia famoso l’artista ma alla qualità del brano che sta ascoltando. In un primo momento la selezione avveniva unicamente tramite il materiale presente nella blogosfera (blog, webzine musicali, ecc) e tramite un programma (spider) gli mp3 venivano inseriti nel back-end di Stereomood per poi essere classificati sulla base di un mood o di un’attività. Oggi, si sta lavorando per creare partnership con servizi di promozione come Soundcloud o Bandcamp per offrire una diversa classificazione dei brani ivi presenti e dare una visibilità ad artisti e brani che altrimenti rimarrebbero nell’anonimato, come già succede peraltro in altre webradio, in primis Pandora e Spotify.


Il modello di business di Stereomood

Stereomood ha un modello di business che si basa principalmente su un account premium (al momento dell’intervista in fase di realizzazione n.d.r.) e sull’advertising. Quello che Stereomood non farà è introdurre meccanismi di audio-advertising poichè risulta davvero fastidioso per l’utente sentire messaggi di natura commerciale prima e dopo l’ascolto del brano. Uno degli strumenti per monetizzare il lavoro fatto con Stereomood è il mood-based advertising ovvero si propongono a brand affermati di mettere la loro pubblicità accanto playlist che meglio esprimono il feeling associato al brand stesso.


La promozione musicale online degli artisti indipendenti

Promuovere la propria musica online risulta oggigiorno sempre più difficile per via dell’immensa mole di contenuti disponibili che non sempre rispecchiano buoni standard di qualità. L’importante è concentrarsi sulla produzione di musica di qualità più che sulla promozione, ma gli esempi di artisti emergenti che sono riusciti ad affermarsi in rete grazie a social media come twitter, facebook, youtube lascia intendere che ci siano davvero possibilità di fare musica ad ottimi livelli. L’importante è essere presenti in rete magari creando una buona promozione radiofonica anche se il business di far musica in radio risulta non sostenibile, basti pensare che Spotify paga qualche centesimo agli artisti per ogni ascolto effettuato.


Saluti finali

Un saluto agli amici di Promuovere Musica con l’invito a seguire le novità sul sito di Stereomood, in primis il restyling del sito ed il lancio dell’applicazione mobile per iPhone e Android.

blog comments powered by Disqus

Ultimi articoli

Prev Next

Come funziona la SIAE - Simone Aliprandi…

Se c’è una cosa che molti musicisti non riescono proprio a capire della SIAE è...

Come promuovere un concerto dal vivo - S…

C’è la frase di un mio amico, amante di musica ed assiduo frequentatore di concerti,...

Brand e musica - Enrico Pugni, Warner Mu…

Qualcuno la considera una strada inevitabile, qualcun altro la definisce svendita della propria arte. Certo...

Concerti dal vivo senza SIAE - Davide D'…

Ciò che spinge un autore di canzoni ad associarsi ad una collecting society è in...

Come promuovere la tua musica su Youtube…

Secondo il rapporto pubblicato da Nielsen “Music 360” sulle abitudini degli appassionati nella ricerca e...

Login