facebook promuoveremusica  instagram promuoveremusica  canale youtube promuovere musica  facebook messenger promuovere musica  linkedin promuoveremusica

 

envelope Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  | telefono +39 3333701652 

Narciso, la danza indie pop del cantautore abruzzese Cocciglia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

foto di Cocciglia

Cocciglia, nome d'arte di Simone Cocciglia, è un cantautore abruzzese, nato a L’Aquila.
Vincitore del Premio Mia Martini 2017 con il suo brano “Cercavo un senso”, uscito in anteprima su Tgcom24.
Si aggiudica il secondo posto al "Premio Nazionale Musica D'Autore Poggio Bustone 2013" con “Enti serpenti” che successivamente verrà inserito nella compilation di successi pop Hit Mania Estate 2014.
La mongolfiera” viene selezionata da Red Ronnie per la rassegna musicale "Voci del Mediterraneo" ed arriva alla finale nazionale del "Premio Donida".
E' tra gli 8 finalisti del Premio “Musica Controcorrente” tenutosi al CET di Mogol dove vince il Premio “Omaggio a Mogol” reinterpretando un suo celebre successo accompagnato dalla sua band.
#Nonècosìimportante, dopo essere entrato nella TOP 10 della classifica ufficiale cantautori di ITunes, entra a far parte della compilation Hit Mania Estate 2015.
E' ospite in due puntate del “Barone Rosso” programma in onda su RoxyBar TV ideato e condotto da Red Ronnie dove ripropone i suoi inediti.
Pozzanghera (solo alibi)”, viene presentato in anteprima nella cornice del Mapei Stadium di Reggio Emilia durante l’intervallo dell’evento calcistico Sassuolo – Sampdoria valido per la Seria A Tim.
E' finalista ad Area Sanremo 2018 col brano “Narciso”.

Quali sono stati i tuoi primi passi nel mondo della musica e quando ti sei accorto che stava cambiando qualcosa verso la tua musica?

I miei primissimi passi nella musica risalgono all'età di nove anni quando chiesi a mia madre di portarmi a cantare nel coro parrocchiale anche se, già da prima, ero membro attivo nel coro della scuola elementare.
Di lì a breve, fui inserito come voce bianca (l'unica), utile per intonare tutte le parti soliste di salmi e canti liturgici (ricordo nitidamente le vecchiette commosse che a fine celebrazione venivano a complimentarsi).
Passarono degli anni e un giorno decisi di voler entrare nel Conservatorio di Musica de L'Aquila per studiare canto lirico, così mi preparai per l'esame d'ammissione e l'anno successivo superai l'esame.
Dopo tre anni di studio, notai un annuncio su internet, un provino per un'accademia di recitazione e musical intitolata a “Corrado Pani” a Roma: mi presentai al provino con una canzone, un monologo e un pezzo di danza (nel frattempo ballavo hip hop a livello agonistico e studiavo già recitazione) e venni ammesso immediatamente.
Da questi anni in accademia nacque un gruppo vocale con cui lavorammo su Roma in molti club ed eventi.
Solo successivamente, intorno ai vent'anni, sopraggiunse l'esigenza di scrivere, la necessità di comporre brani miei, inediti, che parlassero di me, delle mie ferite, che urlassero fuori tutto il mio mondo invisibile e da lì, abbandonai il gruppo, e partii per la mia avventura facendo uscire il mio primo inedito dal titolo inequivocabile: “Enti serpenti”, un canzone dedicata ai miei parenti che, in quel periodo, mi invitavano a trovare un lavoro vero (ora sono i miei primi fan!).
Credo che fu proprio allora che anche le persone attorno a me, capirono che non era solo un gioco ma che facevo sul serio.

 

Ci sono autori, cantanti, filosofi, artisti a cui ti ispiri per la tua musica?

Ascolto di tutto, su Spotify passo dai nuovi cantautori come Coez, Brunori a quelli ormai divenuti classici come De Gregori, Dalla, Pino Daniele, Max Gazzè.
Amo Gaber, “Enti serpenti” è nata ascoltando un suo brano, Elisa, Giorgia e da ex ballerino di hip hop, porto nel cuore Beyoncè, (prima ancora le Destiny's Child).
Mi lascio ispirare da qualsiasi cosa, una frase di un libro, una strofa di una canzone, il mio passato, due che litigano per strada, una melodia, le mie paure, un film, i miei appunti.
Tutto quello che mi emoziona apre la strada alla creatività, poi basta seguire il flusso.

 

Come nasce questo singolo e quale filosofia o evento della tua vita lo ha ispirato?

“Narciso” è figlia un po' del mio passato, un po' di tante storie che mi capita di osservare attorno.
I tempi di oggi abbondano di personalità narcisistiche, credo anche e soprattutto a causa del nuovo modo che abbiamo di comunicare, incentrato principalmente, sull'estetica.
Ci imbellettiamo fuori e dentro nascondiamo i mostri.
“Narciso” racconta dell'amore nei confronti di una personalità narcisistica, un'impresa masochistica, una danza che logora passo dopo passo perché inizialmente il “narciso” (che sia uomo o donna, è uguale) si manifesta come la perfezione, come la soluzione a tutte le tue ferite e mancanze, poi però viene fuori ciò che abita dentro, e lì son dolori; visi angelici che nascondono un buio interiore che fa male anche a chi sta vicino.

copertina narciso cocciglia

Narciso è all'interno della playlist ufficiale Tutto è Indie

Dove hai registrato e con chi hai collaborato per la produzione di questo lavoro?

Il brano è stato prodotto interamente da Alessandro Donadei (dei Concerto) a Roma, le voci registrate presso lo studio “White Room” di Francesco Di Cicco ad Avezzano, il tutto per la mia nuova famiglia discografica Onda Dischi con cui sto collaborando da qualche mese.

 

Cosa pensi della scena indie italiana?

Penso che ci sia un bel fermento, sano, nuovo, un modo di scrivere differente; il cantautorato si sta vestendo di forme e parole diverse perché diversi sono i tempi che stiamo attraversando.
Non è solo la televisione a “dettare legge”, la gente ha bisogno di una verità e sempre più spesso se la va a ricercare non nei vincitori dei talent, ma nel cantautore sotto casa.

 

Perché dovremmo ascoltare questo singolo?

Perché fa ballare, perché (spero) fa riflettere e per far sentire meno soli chi “cerca di respirare, tra giorni liberi e altri senza vita” che il narciso, a volte, ti toglie pure il fiato.


 

Ascolta "Narciso" su Spotify

Segui Cocciglia su 

Instagram

Facebook

 

Ascolta tutte le proposte musicali nella nostra playlist "Tutto è Indie"

 

 

Contatti

Promuovere Musica offre servizi di promozione musicale: ufficio stampa cartaceo ed online, promozione radio e TV, social media marketing per artisti, band ed etichette discografiche.

Siamo nati nel 2011 per aiutare artisti e band ad utilizzare internet ed i nuovi media per promuovere, vendere la propria musica e creare un seguito di fan. 

Indirizzo: Via Pieve Santo Stefano, 26 - 00148 Roma
Telefono: +39 3333701652
Email: promo@promuoveremusica.it
Orari di ufficio: Lun - Ven 10:00 - 19:00

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.